L’altro giorno un’amica che vive fuori, chiacchierando del più e del meno, mi racconta di questa cosa nuova che adesso comincia ad andare di moda.

«Decluttering!»
«Come scusa?»
«Ma dai, non sai cos’è?
«Assolutamente no.»

E così ti ritrovi a pensare che le novità partono sempre da un’altra parte per poi arrivare, con la dovuta calma, anche qui. E allora, incuriosita da questa faccenda del mai-sentito-prima decluttering, mi metto a cercare in rete. E sapete che trovo? È questa la sopresa! Scopro che ad Ancona, sì sì Ancona, non Milano, c’è una ragazza bella e simpatica che si è dedicata a questa attività. E così la contatto e lei mi racconta un po’ di sé e un po’ di questa cosa del decluttering.

personal-shopper-ancona

Lei si chiama Manola, ha un sorriso contagioso e due grandi passioni: una è per le cose belle (e ben abbinate, aggiunge!) e l’altra è per lo spreco zero. Mi fa giustamente notare che con una carta di credito piena e molti negozi vestirsi bene tutti giorni potrebbe essere un fatto molto semplice, «anche se poi non sempre si comprano cose che ci stanno bene addosso!». «La vera sfida,» mi dice «è mettere a posto quello che hai e reinventare i tuoi capi abbinandoli nel modo giusto. Zero spese, zero sprechi e basta vestiti ammucchiati daperttutto! È importante liberarsi di tutto quello che non va, senza se e senza ma

Mi spiega che l’idea di fare decluttering, che lei ha ribattezzato il Clean & Recycling degli armadi, è nata da una specie di gioco mescolato alla curiosità: spesso si ritrova a osservare la gente per strada. Gente diversa, di età diverse, in contesti diversi che se solo si fosse messa una gonna o una camicia diversa avrebbe avrebbe decisamente evidenziato il suo lato migliore. Ha cominciato aiutando le persone della sua famiglia, gli amici e i vicini di casa a sistemare il guardaroba e a riutilizzare (in modo giusto) i vestiti che avevano «senza spendere 1€ in più!» mi dice sorridendo.

E poi, piano piano, sono arrivati i primi clienti: i primi armadi sistemati, le prime donne più allegre, i primi uomini più curati.

«La novità assoluta è il fatto che questi servizi sono accessibili a tutti proprio come andare dal parrucchiere o dall’estetista.»

Dunque cari anconetani: prima di fare nuovi acquisti, lasciatevi aiutare da Manola a cercare gli abbinamenti perfetti proprio nel vostro armadio, riorganizzandolo in modo da avere sempre a portata di mano qualche soluzione veloce e chic per risolvere l’eterno problema del “Non ho niente da mettere”!!!

Se volete saperne di più questa è la sua pagina Facebook: EcoStilNovo: Recupero-Riabbino-Riuso

Post recenti
conero-style-conero